mercoledì 23 agosto 2017

#2500ROCKMORE: UN RACCONTO CHE PARLA DI VITA E DI SECONDE POSSIBILITA'

Buon pomeriggio, lettori! Mi scuso per non aver pubblicato il post la settimana scorsa, ma la scrittura mi ha totalmente assorbita... e se tutto va bene, forse vedrete qualcosa di mio su Amazon.

Oggi vi voglio parlare del racconto che noi, Cenzino's Angels, presenteremo al #2500RockMore. La cosa che mi ha colpito di più di queste poche ma intense pagine, sono le seconde possibilità che presenta la vita, anche quando meno te l'aspetti.

Le seconde possibilità ci vengono concesse raramente dalla vita, o dal Fato, e quando ciò avviene, dobbiamo approfittarne. Queste seconde possibilità possono presentarsi sotto forma del nostro compagno o della nostra compagna, del nostro bambino o di un foglio della lotteria. Chissà, sarebbe bello se vincendo la lotteria la nostra vita cambiasse per sempre. Vi immaginate cose potreste fare se la vinceste? Io ogni tanto ci penso, e alla fine arrivo sempre alla conclusione che viaggerei per il mondo. Conoscere nuove culture, nuove persone e nuovi ambienti, ampliare il proprio orizzonte conoscitivo è una cosa che mi ha sempre affascinato.

La vita può apparire monotona, a volte triste a causa della ruotine quotidiana. Troppo spesso siamo fagocitati dallo stress quotidiano e dai mille impegni, che dimentichiamo le cose semplici ed essenziali della vita: giocare con tuo figlio, correre in un prato senza scarpe, saltare nelle pozzanghere dopo un brutto temporale. Tornare bambini per un momento. Non per sempre. Ma quell'istante può riportarci alla spensieratezza di quei giorni troppo lontani, farci sorridere e farci dimenticare per un po' cosa significa aver sempre fretta. Forse la fretta è il male del nostro tempo. Forse dobbiamo solo fermarci, fare un respiro profondo e ammirare ciò che c'è intorno a noi. Tentando la fortuna, forse potremmo persino realizzare quel sogno che teniamo nel cassetto da troppo tempo e che freme per uscire e venire realizzato. Quante volte avete detto: lo farò, ho deciso, cambierò la mia vita? Quante volte avete rinunciato a farlo, adducendo scuse che vi sembravano plausibili, per stare bene con voi stessi?

Forse tutto quello che abbiamo bisogno di fare è chiudere gli occhi e lasciarci andare per tre secondi. Forse saranno troppo pochi. Forse saranno troppi. Ma è proprio in quei tre secondi che il Fato ha bisogno di agire e darci la seconda possibilità che aspettiamo da tanto tempo. Forse, ciò che ci manca è quel folle coraggio che avevamo, prima che la società ci addomesticasse e ci omologasse.

STAY TUNED! AVRETE GROSSE NOVITA' MERCOLEDI' PROSSIMO!

IL TEAM CENZINO'S ANGELS

xoxo,
Giada

mercoledì 9 agosto 2017

#2500ROCKMORE PRESENTAZIONE DI CENZINO'S ANGELS

Buon giorno, lettori! Oggi vi presento i membri del gruppo CENZINO'S ANGELS, un team agguerrito pronto a farvi il culo a suon di fantasy, fantasy will be your best friend here! Benvenuti, amici e amiche, accomodatevi e preparatevi a leggere una presentazione che vi spingerà a seguire le nostre avventure :)


Vincenzo, the mind hydra. 
La coerenza è la sua arma migliore. Studi tecnici, laurea in ingegneria e grande passione per la letteratura. Per fare ordine nella sua psiche ha scelto di seguire l'esempio di Zaphod Beeblebrox e vivere con due teste, ciascuna con mezzo cervello. Litiga poco con gli altri perché è sempre impegnato a farlo con sè stesso. Vive vicino al mare con una misteriosa donna dai grandi poteri magici e tre folletti. Di notte legge, scrive, inventa, generalmente immagini e concetti ai limiti del ricovero per demenza. Raramente, quando i pianeti sono nella giusta posizione, mette in fila 4 idee coerenti e cerca di trasmetterle ai posteri, dopo che per anni i poster della cameretta hanno reagito con indifferenza alle sue esposizioni. Una volta ha spiegato le vele al vento, e il vento le ha capite. Da allora sono amici.






Serenys Gattaryen, Nata alle pendici dell’Etna, la prima a finire a tavola, regina dell’Angst, degli Arancini e dei Primi Piatti, Signora dei Sette Sake Uramaki, protettrice della Pizza, Khaleesi del Grande Mare di Chianti, la Non-Vegana, Madre dei Gatti, Regina di Carbonara, Distruttrice di Fiorentine. 
Vive sostanzialmente di libri, che divora e scrive, e di cibo (davvero insospettabile). Il suo Dio è la lettura, il suo credo è la scrittura. Nel tempo libero si droga di Netflix e continua a sognare a occhi aperti le trame delle sue future creature. Dicono di lei che abbia ammazzato più protagonisti di George R.R. Martin. Ma lei smentirà sempre: erano solo incidenti di percorso.









Livia De Simone, the illustrator. 
Matite e pennelli sono le sue armi, strumenti apparentemente innocui ma in realtà armi estremamente affilate. il viso da angioletto è solo una facciata…gli studi artistici le hanno conferito le conoscenze di base ma poi grazie allo studio di una misteriosa ed antichissima arte ha acquisito poteri enormi. Vive a cavallo tra il mondo reale e una dimensione parallela dove vivono di draghi elfi e altre creature incantate che le danno l’ispirazione per creare le sue illustrazioni. Illustrazioni che appaiono ad occhi inesperti semplici disegni, ma che in realtà sono impregnate da un’antica magia attraverso la quale influenza le menti delle persone, fino a farle sue e poter far fare ciò che vuole alle sue vittime.







Sonia, The Plot Killer. 
Ha ucciso più trame inconsistenti di quante se ne possano contare. Programmatore di giorno, oscura assassina di refusi di notte e nei weekend, si dice fotografi le sue vittime inconsapevoli e bruci i romanzi brutti all'incrocio fra quattro strade nelle notti senza luna. Fredda e spietata, è incapace di pietà nei confronti di qualsiasi tipo di letteratura scadente. Segni particolari: ha un tatuaggio nuovo ogni anno, veste quasi sempre di nero e gira con un'immancabile camel all'angolo della bocca.












Liliana Marchesi, meglio conosciuta come Lady Ciak (Norris-pondermi male perché mi arrabbio).
Scrittrice di romanzi Distopici come se non ci fosse un domani (e di fatto nei suoi romanzi se i protagonisti non tirano fuori un po’ di quello che ci vuole, un domani non lo avranno di certo), lancia cover come fossero stelline ninja (rischiando il più delle volte di infilzare le stesse persone che gliele hanno commissionate) e realizza booktrailer che potrebbero indurre lo spettatore a dubitare della propria realtà, delle proprie priorità, ma soprattutto delle proprie capacità decisionali (data la scelta spontanea di guardare un suo trailer). Si consiglia di non avvicinarsi troppo. Spesso confonde la carta con la pelle, e avendo quasi esaurito lo spazio a disposizione sul proprio corpo potrebbe decidere di incidere una delle sue frasi su di voi. Siate gentili. Mostratevi collaborativi. E riuscirete a portarla dove vorrete. Forse.




Jade Andolfo, della famiglia Andolfo, Prima del suo nome, erede diretta dei Primi Uomini, the blogger. 
Nota nell'universo bloggheriano come Occhio-di-Falco, Colei-che-tutto-vede, è il terrore e la delizia degli autori. Non esiste errore o refuso che possa scappare ai suoi occhi. Non esiste grammatica scorretta o sintassi mal messa che il suo occhio non colga. L'occhio di Mordor le fa un baffo. Coraggiosa e senza peli sulla lingua, Jade non ha paura di dire la sua sul romanzo più in voga del momento. Non teme le shitstorms e i ritorni di fuoco da parte degli autori che non hanno gradito la sua recensione. Solo l'Unico Anello potrebbe metterla all'angolo, ma anche in quel caso, cercherebbe di mostrare sempre la sua versione dei fatti. Cresciuta a pane e fantasy, ha vissuto gran parte della sua adolescenza scrivendo romanzi che nei prossimi anni vedranno la luce. Tre anni fa, ha deciso di aprire il blog Fantasticando sui libri, seguendo sempre il suo istinto innato di lanciarsi in nuove avventure. Quest'avventura attraverso la Terra di Mezzo l'ha portata al gruppo Scrittori e Lettori Fantasy, con i quali condivide e discute le novità del mondo editoriale e dal quale prende costanti spunti per migliorarsi come scrittrice. Lettrice vorace e onnivora, crede che un buon libro sia il connubio perfetto tra forma e contenuto. Devono ancora nascere gli elfi e i nani che le tapperanno la bocca e le impediranno di dire la sua opinione sui libri.

SEGUITECI NEL GRUPPO SCRITTORI E LETTORI FANTASY E LEGGETE IL NOSTRO RACCONTO!

xoxo,
Giada

martedì 1 agosto 2017

REVIEW PARTY de Sotto la luce di mille stelle di Cinzia La Commare

Buon giorno, bloggers e lettori! Oggi recensirò per voi il nuovissimo romanzo di Cinzia La Commare, un dolce contemporary romance che vi appassionerà e farà battere forte il vostro cuore.



PREMESSA
Quando Cinzia mi ha proposto di partecipare al Review Party e al Cover Reveal, ho accettato subito, perché non ho mai letto nulla di suo. Avrei dovuto leggere i suoi romanzi prima di oggi, perché "Sotto la luce di mille stelle" non l'ho semplicemente amato, l'ho adorato!

TRAMA (DA GOODREADS)
Blair Thomson ha ventotto anni, un’infanzia tormentata, una carriera come modella alle spalle e un’imminente matrimonio ad attenderla al ritorno dalle vacanze in Grecia. Vacanze che avrebbe dovuto fare con il suo fidanzato David Davies, stilista di fama mondiale, se non fosse che lui all’ultimo minuto viene trattenuto a Londra per lavoro.

Così Blair si ritroverà svogliatamente a passare due settimane da sola a Zante, fino a quando non incontra Christophe, che in poco tempo diventerà l’unica persona sull’isola su cui lei senta di poter fare affidamento.

Lui è seducente, sfacciato e del tutto intenzionato a tentarla con le sue spiccate doti da seduttore. Tra escursioni in barca, feste in piazza e notti passate sulla spiaggia, Christophe, approfittando dell’assenza di David non perderà occasione per conquistare Blair che dal canto suo però non ha poche remore.

I Davies l’hanno salvata da una vita disagiata quando era solo una ragazzina, hanno fatto di lei una modella acclamata e Blair nutre per quella famiglia una forte gratitudine. Ma è per questo che ha deciso di sposare David? Solo per riconoscenza?

Non se lo era mai chiesto fino a prima che Christophe, in sole due settimane, arrivasse a minare ogni sua certezza.

Può un uomo conosciuto in pochi giorni deviare l’intero corso del destino di Blair, che lei ha sempre creduto già programmato nei minimi dettagli?

RECENSIONE
Blair Thomson è una bellissima modella che vive a Londra con il suo compagno David, sin da quando era piccola. Il mondo a cui appartiene Blair è patinato, tutto orchestrato da interviste programmate in vista del suo matrimonio imminente con lo stilista e capofamiglia David, un uomo che pensa solo al suo lavoro e non si rende conto di quanto sta trascurando la sua donna. Blair e David dovevano andare insieme in vacanza a Zante, prima di iniziare i preparativi per le loro nozze, ma all'ultimo minuto David ha disdetto e lei ha deciso di andare ugualmente lì. Zante è un'isola greca descritta in modo sublime, leggendo potrete percepire sulla vostra pelle il profumo del salsedine e il sale tirare sulla pelle. E' in questo contesto paradisiaco che Blair conosce Christophe, un barcaiolo che lavora anche come guida turistica per lo stabilimento balneare del cugino Andres. Non è amore a prima vista tra i due, anzi. Blair e Christophe litigano sin dal principio, mettendo in evidenza i loro differenti mondi di appartenenza, che finiscono con il cozzare l'uno con l'altro. Ciò che Christophe non sa è che Blair non è una ragazza che pensa solo alla fama, al soldi e alla carriera; dato che la sua carriera come modella ormai è considerata dal mondo della moda e dallo stesso David ormai finita. 

A Zante Blair ritroverà sé stessa e affronterà i demoni del passato che ancora tormentano le sue notti. Blair dovrà affrontare le motivazioni che non la spingono ad andare nella sua terra natia, che sono riconducibili alla morte dei suoi genitori avvenuta quando lei era poco più che adolescente. Ma la sua relazione con David ormai è solo di facciata, non c'è più alcuna passione bruciante tra loro e lei ne sente terribilmente la mancanza. Tra l'altro, David non si preoccupa minimamente di chiederle come si sente o come può stare, o perché lei si risvegli nel cuore della notte mandida di sudore urlando. Quando la passione tra Blair e Christophe scoppia, è come un fuoco indomabile. Seppur sentendosi in colpa, lei non riesce a stare davvero male per le sue azioni. 

Ho sempre rigato dritto, mai una cazzata. Eppure com'è che adesso ho come l'impressione che potrei commetterne una? E anche bella grossa. La peggiore, temo. 

Folle, probabilmente. Ma forse un amore folle è quello che voglio davvero. Quello che credo di meritare.  

Il romanzo viene raccontato ai lettori dalla stessa Blair, che racconta la sua vita e il suo passato. Un espediente narrativo che non si trova spesso nei contemporary romance e che ho apprezzato molto. Blair ci racconta cosa la spinge ad agire così, cosa prova, come la fa sentire la distanza con David e questo crea inevitabilmente una connessione empatica tra il personaggio e il lettore, che si ritrova a simpatizzare per le avventure di Blair. 

Vi saluto con una citazione tratta da questo bellissimo romanzo, a cui io ho dato quattro stelle, e che vi straconsiglio se amate una dolce storia d'amore:
"E' arrivato senza preavviso. Come uno di quegli incubi che ti danno la sensazione di stare precipitando per infiniti chilometri, e ti svegli di soprassalto con il cuore che ti batte nel petto come un tamburo."
(Blair Thomson)

xoxo,
Giada
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...